Assemblea Azionisti Juventus 2014Il presidente della Vecchia Signora Andrea Agnelli quest’oggi era a Milano per una conferenza alla Triennale ed ha rilasciato delle interessanti parole sul futuro della Juve e sul passato bianconero, ritornando a parlare di Calciopoli. Agnelli ha lanciato un’altra accusa all’Inter e si è dimostrato di essere pronto a perdonare Luciano Moggi. Ecco alcune delle sue parole:

“Lo scorso anno si diceva che sarebbero andati via sia Vidal sia Pogba e invece sono qui da noi. La volontà nostra è quella di costruire una squadra nella quale Pogba e Vidal siano importanti. Due anni fa nessuno conosceva Pogba e adesso abbiamo preso Coman che sta facendo bene.

Del Piero? Se tu hai giocato bene a calcio non è detto che tu sappia e che ti senta di svolgere un ruolo manageriale. Sicuramente Del Piero però potrebbe essere una figura giusta per guidare le istituzioni calcistiche. Non so se tornerà.

Calciopoli? In una cerchia di 20 società c’era un modo di comportarsi che è emerso dagli atti. Lo juventino non può essere l’unico a pagare se tutti si sono comportati allo stesso modo. “Se sono stato l’unico a sbagliare è giusto pagare” deve pensare lo juventino. Ma chi si è comportato allo stesso modo, non può uscire con uno scudetto in tasca. Non ci si può dimenticare di questo. A Napoli ci sono due procedimenti penali che stanno arrivando alla fine e le carte dei tribunali danno l’idea di quello che si può fare. Poi ci saranno la Cassazione eccetera eccetera. A quel punto potremo prendere una prima decisione definitiva su cosa fare in base all’iter processuale. Non ha senso parlare di prescrizione se emergono fatti nuovi. In quella stanza ci sono 20 società, non 7 miliardi. Luciano Moggi? Rappresenta una parte bella e importante della nostra storia. Siamo il paese del cattolicesimo e possiamo anche perdonare la gente”.

LEAVE A REPLY