La Juventus, nella giornata di ieri, ha vinto l’ultima partita del 2015, battendo a Modena il Carpi per 3-2. E’ arrivato il momento delle pagelle dei ragazzi bianconeri.

BUFFON: 5. Non sembra essere completamente esente da colpe nel primo goal dei padroni di casa. Da uno come lui ci si aspetta ben altro.

BARZAGLI: 6. Gioca solo un’ora scarsa di partita. E la gioca discretamente bene.

BONUCCI: 4.  Una giornata storta può capitare a chiunque. Leo sbaglia la prima partita dopo tanto tempo in cui aveva giocato sempre ad ottimi livelli. La sosta servirà al difensore della Nazionale a ricaricare le batterie ed a tornare più forte di prima.

CHIELLINI: 6. Buona prova di Chiellini che ha dovuto prestare maggiore attenzione del solito, viste le difficoltà di Bonucci.

CUADRADO: 6. Giocare contro una squadra che non ti concede spazi non è affatto semplice. Magari il colombiano non brilla come al solito ma è decisivo nell’azione che porta al pareggio bianconero.

KHEDIRA: 6. Ancora deve ritrovare la condizione psico-fisica ideale. Gioca una gara pulita, senza sbavature.

MARCHISIO: 7+. Finalmente una prova maiuscola del Principino che si va vedere non solo in fase difensiva. Il lancio che serve Pogba per il terzo goal juventino è “alla Pirlo”.

POGBA: 7. E’ il giocatore che quando decide di accendere la luce, fa letteralmente quello che vuole. Segna anche un goal di un’importanza capitale nell’economia della partita.

EVRA: 6.5. Buona la partita dell’Ex United. Garantisce grande solidità e serve l’assist per il secondo goal di Mandzukic.

DYBALA: 5.5. Oggi non brilla come al solito. Pochi spunti e poche fiammate in un match anonimo.

MANDZUKIC: 8. Un vero e proprio leone, che non si arrende mai, andando contro tutto e tutti. Segna due goals (il primo davvero di pregevole fattura) che portano la Juve sul 2-1, avvicinandola alla settima vittoria consecutiva. Un giocatore come il Croato, quando è in forma, è davvero imprescindibile.

ALLEGRI: 6.5. Ha vinto e, pertanto, ha ragione lui. Il suo 3-5-2 sembra essere corretto, senza grossi errori tecnico-tattici. La rabbia nel finale è ampiamente giustificata: sarebbe stato davvero assurdo buttare la vittoria in quel modo. Una delle sfide che aspetta il mister nel 2016, sarà quella di recuperare Morata, ora troppo fuori condizione.

Sostituti:

RUGANI: 6. Mezz’ora per segnare un goal (annullato per un giusto fuorigioco) e per disputare una discreta gara.

LICHTSTEINER: s.v. Gioca solo 8 minuti.

MORATA: 5.5. C’è da augurarsi che la sosta gli faccia bene: ora è davvero fuori forma. Contro il Carpi, tanto movimento, tanta buona volontà, ma pochissimi risultati.

LEAVE A REPLY