La sbornia post-derby è stata smaltita in casa Juve. Dopo aver ribadito, ancora una volta, chi è che siede sulla poltrona a Torino, ai bianconeri tocca scalare la classifica del girone D per non permettere al Barcellona di prendere il largo prima del previsto. La sonora scoppola rimediata al ”Camp Nou” costringe a dover fare risultato pieno contro l’Olympiacos fra le mura amiche. Mercoledì sera, alle ore 20:45, la compagine di Allegri ospita i biancorossi di Atene, reduci dalla sconfitta nel caldissimo derby contro l’AEK. Conto salato da pagare per il tecnico Besnik Hasi, esonerato, e panchina affidata a Lemonis. Le vicissitudini societarie, soprattutto quando si tratta di esoneri, non sono certamente salutari per la squadra e, con un occhio d’interesse, la Juventus è alla finestra a guardare. Non è una sfida inedita perché le due formazioni hanno già avuto modo di confrontarsi nel novembre del 2014: una partita ricca di emozioni e di colpi di scena in cui i bianconeri dovettero rimontare dal passivo di 1-2. Llorente e Pogba portarono a galla una Juventus che stava letteralmente affogando sotto i colpi dei greci. Tre punti che furono una vera e propria boccata d’ossigeno per riacciuffare una qualificazione che stava sfuggendo di mano. Ma torniamo ad oggi e alle scelte del nostro mister: Allegri riproporrà verosimilmente un 4-2-3-1 in cui Matuidi e Pjanić faranno da cerniera a centrocampo, alle spalle del quartetto composto da Cuadrado, Dybala, Mandžukić ed Higuaín, impiegato col contagocce nel derby; in difesa dovrebbe spuntarla nuovamente Sturaro come terzino destro, supportato da Barzagli e Chiellini. Il tecnico Takis Lemonis sorride se pensa a quando affrontò un’italiana in Champions League: la Lazio di Delio Rossi nel lontano 2007, allora sconfitta 2-1 dagli ateniesi. Si schiererà a specchio con una formazione che vede qualche volto noto: Djurdjević, attaccante ex Palermo, e Marko Marin, ex Fiorentina.
Ecco a voi le probabili formazioni:

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Sturaro, Barzagli, Chiellini, Alex Sandro; Matuidi, Pjanić; Cuadrado, Dybala, Mandžukić; Higuaín.

Olympiacos (4-2-3-1): Kapino; Elabdellaoui, Romao, Engels, Diogo Figueiras; Odjidjia-Ofoe, Gillet; Carcela-Gonzalez, Fortounis, Marin; Djurdjević.  

LEAVE A REPLY