L’allenatore della Juventus, Max Allegri, ha tenuto la conferenza stampa di presentazione della sfida di domani sera, nella quale la Vecchia Signora sarà chiamata a conquistare la finale di Coppa Italia a San Siro contro l’Inter. Le parole del mister sono state riportate anche dal sito ufficiale del club bianconero.

Domani bisogna uscire dal campo con la finale conquistata. Ed è meglio farlo vincendo, perché perdere non fa mai bene, anche se ti qualifichi. In campionato, il risultato di ieri ci è favorevole ma non ci saranno fughe. Il Napoli è lì, la Fiorentina e la Roma possono rientrare. Leggo che la Juve avrebbe già vinto il campionato, ma se fosse così domenica saremmo impegnati a festeggiare. Invece dobbiamo restare concentrati finché la matematica non dice che abbiamo vinto. Guai a pensare di avere il successo in tasca, il finale è tutto da giocare. In Coppa Italia, la Juve non si gioca per due volte consecutive la finale dagli anni 60 e questo sarebbe un traguardo storico. Attenzione perchè l’Inter, anno fa, ribaltò un 3-0 dell’andata, proprio in Coppa Italia. Giocheranno un match all’attacco, sono dotati tecnicamente specie nel reparto offensivo, quello di domani è un test importante per tutti. Ci vuole convinzione e soprattutto dobbiamo fare goal.“.

Si passa a parlare della formazione che scenderà in campo. “Potremmo affidarci a Zaza e Morata in attacco. Per il resto devo vedere come stanno i ragazzi oggi in allenamento. Probabilmente farò tirare il fiato a chi ha giocato di più, perché tutti sono pronti ed è giusto che giochino. Barzagli potrebbe riposare, Evra sarà assente in quanto rientra stasera dopo essere stato assente per motivi familiari, Pereyra potrebbe essere del match, a seconda di come giocheremo. E Marchisio oggi proverà con la squadra, se sta bene sarà a disposizione.“.

LEAVE A REPLY