La Juventus offre una prestazione convincente e ottiene una bella vittoria nella seconda giornata di Champions League, battendo in casa il Siviglia. Vediamo le pagelle dei bianconeri.

BUFFON:sv. Serata tranquilla per Super-Gigi. Gli spagnoli tirano una sola volta in porta, in modo non pericoloso. Lui fa quello che deve fare e passa i restanti minuti a guardare la partita. E ad esultare dopo i goal dei suoi compagni.

BARZAGLI:7. Impiegato come terzino destro fa davvero un ottimo lavoro. Sia in fase difensiva, dove argina le (poche) incursioni spagnole, sia in fase offensiva dove è molto propositivo e dove sforna l’assist per Morata. Davvero una partita convincente la sua.

BONUCCI:6+. Il voto relativamente basso non è il risultato di errori, ma il frutto di una serata davvero poco impegnativa. Insieme al suo compagno Chiellini, spegne ogni velleità del Siviglia e fa ripartire l’azione bianconera.

CHIELLINI: 6+. Stesso discorso di Bonucci. Se il compagno di reparto dimostra una certa tranquillità quando ha la palla tra i piedi, il buon Giorgio sembra sempre impanicarsi un po’ con il pallone. Ma è il suo stile e la coppia con Bonnie funziona alla grandissima.

EVRA: 6.5. Dopo la sconfitta di Napoli aveva detto che già da mercoledì i ragazzi avrebbero onorato la maglia. Così è stato. La sua è stata una buona prova, anche in fase offensiva dove si è sempre fatto trovare pronto.

KHEDIRA: 6.5. Per essere la prima vera partita che gioca con la maglia bianconera, ha fatto splendide cose. Ordine, precisione e un quasi assist che Dybala spreca nel primo tempo. Se non si farà di nuovo male (e tutti noi ci auguriamo di no) sarà molto utile alla causa bianconera.

HERNANES: 7. Dopo una partita disastrosa come quella di Napoli, oggi il Profeta merita un voto leggermente più alto per la personalità con la quale è entrato in campo. Ha fatto le giocate semplici, le ha fatte bene e si è fatto vedere anche in zona tiro, lasciando partire due missili che hanno impensierito il portiere del Siviglia. Il brasiliano deve ripartire dalla gara di questa sera.

POGBA: 6. La sufficienza c’è, per carità ma da uno come lui, nelle partite importanti, ci si aspetta sempre la giocata. Dopo 30 secondi ha sprecato un’occasione che gli anni passati non faticava più di tanto a concretizzare. E’ vero che ha 22 anni, è vero che la 10 della Juve sulle spalle è pesante ma è anche vero che fino a oggi non ha ancora fatto la partita da 10. Noi lo aspetteremo perché lo merita, fiduciosi che presto Paul farà vedere tutto il suo valore.

CUADRADO:7. Questo ragazzo è la vera rivelazione della Juventus e l’acquisto, almeno fino ad ora, più azzeccato. Velocità, ripiegamenti, dribling e quel senso di imprevedibilità che sono i grandi giocatori hanno. Quando ha la palla il colombiano, davvero, può accadere di tutto. La scheggia impazzita di questa squadra.

DYBALA: 6.5. Seconda partite europea per Paulo e prova tutto sommato convincente. Gli è mancato solo il goal. Nel primo tempo spreca un’occasione su assist di Khedira e lascia partire un tiro a giro che per poco non fa venire giù lo stadio. Nel secondo tempo, ancora un’occasione di sinistro parata dal portiere del Siviglia e una punizione troppo prevedibile per essere vera. Di sicuro il talento a questo ragazzo non gli manca. Diamogli tempo e ci farà divertire.

MORATA: 7.5. Fantastico. La dirigenza della Juve dovrebbe fare tutto ma proprio di tutto per cercare di trattenerlo a Torino per sempre. Sul fronte offensivo è un giocatore completo: prova a costruire gioco e finalizza. Sigla il quinto goal consecutivo in Champions, scusate se è poco. Davvero, chapeau Alvaro!

ALLEGRI: 6.5. Dopo tante critiche e tante richieste di esonero da parte dei tifosi, finalmente arriva un po’ di sereno. Prepara una partita gagliarda, ha l’abilità di far cambiare modulo alla squadra in base alle esigenze e porta a casa un risultato tanto prezioso quanto meritato.

SOSTITUZIONI.

RUGANI: s.v. Entra troppo tardi per essere valutato.

ALEX SANDRO: 6. Gioca da esterno di centrocampo, ma con Evra che spinge sempre, può far vedere poco la velocità che ha.

ZAZA: 6.5. Entra e dopo pochi minuti fa una cavalcata di metà campo per andare a segnare il goal che chiude il match. Speriamo che sia l’inizio di tante gioie per Zaza.

1 COMMENT

Comments are closed.