La settima giornata di Serie A pone in vetrina un gustoso posticipo, pane per i denti degli amanti del bel calcio, di quello che entusiasma. Allo stadio ”Atleti Azzurri d’Italia” scenderanno in campo Atalanta Juventus, entrambe reduci da ottimi risultati aldilà dei confini nostrani. Il ritorno al gol di Gonzalo pare abbia dato nuova linfa all’intero ambiente bianconero e non solo al centravanti argentino, visibilmente rivitalizzato dopo aver timbrato il cartellino contro l’Olympiacos. Definirlo ”gol scacciacrisi” potrebbe risultare esorbitante, poiché è del tutto comprensibile che un attaccante possa attraversare dei periodi di flessione. La ”cura Allegri” ha funzionato ed adesso ”El Pipita” è pronto a riprendersi una maglia da titolare tornando ad essere il terminale offensivo del 4-2-3-1, abito che la ”Vecchia Signora” ben indossa. Un altro argentino finito sotto i riflettori del palcoscenico europeo è Alejandro Gómez, detto ”El Papu”. La punizione chirurgica contro il Lione ha fatto sì che il numero 10 ricevesse il suo ”battesimo europeo”, per così dire, viste le dichiarazioni un po’ sopra le righe di Fekir, apparso chiaramente impreparato in conferenza stampa quando gli si chiedeva a proposito del capitano della ”Dea”Entrambi gli attaccanti guideranno i rispettivi attacchi e saranno supportati dai loro partner di fiducia: Petagna affiancherà il leader orobico, mentre Dybala dialogherà col suo compagno di nazionale. Atalanta-Juventus è motivo d’interesse anche per vedere all’opera Spinazzola e Caldara, promessi sposi della ”Vecchia Signora”. Mister Gasperini non pensa ad un eventuale soggezione dei suoi due pupilli, comunque consapevoli di dover ben figurare dinnanzi ai futuri compagni di squadra. E proprio senza alcun timore reverenziale, il tecnico atalantino non rinuncia al 3-4-1-2, modulo a lui congeniale. Unico dubbio sulla trequarti: chi fra Iličić e Kurtić agirà alle spalle dei due attaccanti? Vedremo se lo sloveno ex Fiorentina recupererà completamente dai suoi acciacchi. Non dovrebbero esserci novità né in difesa né a centrocampo. In casa Juve ancora fiducia a Bentancur, mentre Asamoah potrebbe rilevare Alex Sandro; Rugani dovrebbe spuntarla su Benatia e fiancheggerà Chiellini. Per entrambi i tecnici c’è da tenere in considerazione una variabile: giocare in Europa ha sicuramente ridotto il livello di energia da un punto di vista fisico, ma eventuali carenze saranno sopperite dagli stimoli e dall’entusiasmo che una partita di questo calibro può suscitare. Ecco a voi le probabili formazioni:

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Masiello, Caldara, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Spinazzola; Kurtić; Gomez, Petagna.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Chiellini, Rugani, Asamoah; Bentancur, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandžukić; Higuaín. 

LEAVE A REPLY